Ultime Notizie
logo lavoro in germania

Notizie Lavoro in Germania

Notizie sulle opportunità di lavoro in Germania

Ingegneri italiani in Germania: una bella opportunità

Si chiama StartUp Europe Italy ed è un programma che consentirà a giovani laureati in ingegneria di vivere un'esperienza professionale in Germania

berlino

Di cosa si tratta
È un’opportunità che Volkswagen Ag e Audi Ag danno a chi ha una laurea magistrale in ingegneria di vivere un percorso professionale in Germania. Si tratta di un percorso a livello internazionale della durata di due anni. Questo progetto prevede una fase iniziale presso un’impresa italiana come Lamborghini o Ducati, che si snoderà poi in un periodo variabile tra i 18 e i 21 mesi presso le due grandi aziende tedesche. Alla conclusione di tale programma, se vi sono posizioni vacanti, l’esperienza lavorativa presso Volkswagen o Audi può proseguire regolarmente sempre in Germania. I punti di forza di tale programma sono, non solo la possibilità di godere comunque di una formazione permanente ma anche una retribuzione interessante. Tra i requisiti richiesti, oltre alla laurea in ingegneria, vi sono:
– conoscenza di inglese e tedesco
– ottimo curriculum di studi
– disponibilità al trasferimento.
Per candidarsi consultare la sezione careers di Automobili Lamborghini

E gli italiani in Germania?
Nel 2013 quella italiana è diventata ufficialmente la seconda, per numeri, presente in Germania. A dirlo è la relazione sull’immigrazione fatta dall’Istituto Tedesco per il mercato e la ricerca del lavoro. Perché abbiamo parlato di questo programma StartUp Europe Italy? Perchè, se da un punto di vista economico l’immigrazione di giovani professionisti è valutata molto positivamente, non si può dire lo stesso dal punto di vista sociale. Dunque due grandi imprese tedesche offrono questa possibilità a giovani ingegneri italiani ma, d’altra parte, i tedeschi non sempre sono favorevoli a questo trend.

È cambiata la tipologia di immigrazione
Il dibattito è riportato, proprio riguardo questo argomento, su un interessante articolo pubblicato su Wired. Qui si mette in luce come sia molto cambiata la tipologia socio-professionale dell’immigrazione italiana in Germania: tra gli anni ’50 e ’70 gli italiani lavoravano prevalentemente nella ristorazione e nel settore minerario. Ormai invece è imponente la percentuale di italiani che in Germania cerca percorsi professionali qualificati sta aumentando sempre più. E c’è chi comincia a parlare del rischio di vedere, come al solito, il professionista straniero come un pericolo. Ma due grandi imprese come Volkswagen e Audi sembrano non preoccuparsi di tale percezione.

Dati generali
I dati generali sull’immigrazione in Germania parlano di un saldo attivo tra chi entra e chi esce di oltre 400000 unità; uno dei dati più alti di sempre. Per ora non sono gli italiani quelli visti con più diffidenza ma rumeni e bulgari che, dal 1° gennaio hanno ottenuto la libera circolazione e la possibilità di chiedere sussidi anche in Germania.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *