Ultime Notizie
logo lavoro in germania

Notizie Lavoro in Germania

Notizie sulle opportunità di lavoro in Germania

Il più grande bordello d’Europa? In Germania

Non vogliamo addentrarci in considerazioni etiche che, sull'argomento prostituzione sarebbero moltissime. Ma, per quanto riguarda la natura di questo sito, vogliamo limitarci a quelle economiche e, perché no, fiscali

saarbrucken

Saarbrücken
Saarbrücken è il nome della piccola cittadina di confine che ospita quello che è destinato ad essere il più grande bordello d’Europa. E, con un occhio molto pratico, oltre alla questione della legalità con cui in Germania si esercita la più antica professione del mondo, qui si guarda anche agli affari e al lavoro. Affari anche perché il flusso turistico, chiamiamolo così, che è previsto nella cittadina è decisamente imponente; con tutto quel che gli gira attorno.

Gli affari sono affari
E sono i numeri a parlare: qui si è fatto un investimento di 4 milioni di euro per mettere in piedi un area di 6000 metri quadrati in cui trovano lavoro centinaia di persone e non certo tutte prostitute. E sarà pure un bordello ma siccome è anche un luogo di business ecco che la “direzione” ha pure pensato ad una sorta di tariffa flat per fidelizzare i clienti, consentendo loro di godere di tutta una serie di servizi e comfort. Ora, al di là della facile ironia, ciò che colpisce è lo spirito molto pragmatico dei tedeschi: da anni ormai hanno una politica molto, molto libertaria rispetto alla prostituzione. Ora ne fanno un business in grande stile e alla luce del sole. E strategicamente nasceranno altri luoghi come questo proprio nelle zone di frontiera.

Il giro d’affari
La prostituzione e tutto ciò che le gira attorno vede coinvolte, in Germania, quasi mezzo milione di prostitute con un giro d’affari che si aggira attorno ai 14 miliardi di euro. Soldi che entrano, che si sia d’accordo o meno, in un più ampio discorso economico e pure fiscale. Qui le prostitute legalmente riconosciute, esercitano una vera e propria professione e, per questo motivo, pagano le tasse. Forse le autorità tedesche, meno bacchettone di altre, hanno capito che è inutile storcere il naso di fronte a queste cose, pensando piuttosto di dare loro una regolamentazione seria. Oltre al fatto che in luoghi come questi si può comunque effettuare un controllo maggiore sulle prostitute, sia in termini di salute sia in termini di sicurezza. Cosa è meglio dunque tra un bordello illegale e uno legale?


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *