Ultime Notizie
logo lavoro in germania

Notizie Lavoro in Germania

Notizie sulle opportunità di lavoro in Germania

Germania e risultati delle Europee 2014

Anche in Germania non sono mancate le sorprese. Se il partito della Cancelliera Merkel perde più o meno il 2% e la SPD invece sale, è il partito antieuro a rappresentare uno scossone

hannover

Qualche dato
È soprattutto il successo di Alternative fur Deutschland che, con il suo 7%, fa un netto balzo in avanti anche solo rispetto alle elezioni dello scorso settembre. In questa consultazione l’AfD non era neanche riuscita a superare la soglia di sbarramento. Segno evidente di un malcontento strisciante anche all’interno di un paese dall’economia forte e che, apparentemente, è proprio dalla moneta unica che trae vantaggi. Ma anche qui, a quanto pare, non mancano le voci critiche contro una certa Europa e contro quello che sembra essere diventato il capro espiatorio di tutti i mali: l’euro. E Bernd Lucke, fondatore del partito, si dice convinto che questo risultato sia solo il primo gradino di un percorso che prospetta di ulteriori successi.

La Spd
La Spd, il partito “nemico” di Angela Merkel, tanto per chiarire, sale di quasi il 7% rispetto alle consultazioni del 2009 e si attesta ad un bel 27,3%; in parte anche forse spinto dall’effetto Schulz che, ricordiamolo, è candidato alla presidenza della Commissione. Anche se questa ipotesi non sembra facilissima. In ogni caso il successo di questa forza politica sembra dimostrare che il suo sostegno al governo Merkel non le ha levato consenso. Ricordiamo infatti che la Spd fa parte di quella che si chiama Grosse Koalition.

Verdi
Tra le formazioni politiche che, qui in Germania, si dicono soddisfatte del risultato elettorale anche i Verdi che hanno raggiunto quasi l’11%. Un risultato più che positivo e che li vede rimettersi in sella dopo un risultato non proprio brillante lo scorso settembre. Festeggiano anche se registrano una certa contrazione rispetto alle scorse europee. In ogni caso si rafforzano in vista di una alleanza con la Spd per le votazioni del 2018.

Perde voti il partito della Merkel
Spesso criticata all’estero per la sua politica di rigore, la Merkel in queste Europee perde un po’ di consenso anche all’interno. Con un 35,5% la Cdu diminuisce sia rispetto alle scorse europee sia rispetto alle elezioni parlamentari di settembre. Alcuni analisti attribuiscono questa perdita di voti alla contemporanea “caduta” della Csu (partito gemello) bavarese che di punti ne ha persi ben 8. Pare che questo partito abbia pagato una posizione non chiara, anzi decisamente ambigua stando, da una parte a favore della Merkel ma, dall’altra, strizzando troppo l’occhio a chi dell’euro non è un grande ammiratore. E sempre in area governativa va male anche il Fdp, partito liberale, spesso alleato della Cancelliera che si ridimensiona di quasi l’8%.

Insomma, stando a questi risultati, sembra che nonostante i buoni dati dell’economia tedesca, il paese abbia qualche motivo di insoddisfazione.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *