Ultime Notizie
logo lavoro in germania

Notizie Lavoro in Germania

Notizie sulle opportunità di lavoro in Germania

Economia tedesca e crisi cinese

Secondo molti studiosi sarà proprio la Germania a rischiare maggiormente per la crisi che sta colpendo la Cina

salario

Perché
Cerchiamo di capire perché e quali sono i legami tra economia tedesca e crisi cinese. Ciò che si sa è che, per ora, la Germania ha paura di quanto sta accadendo in Cina. Il motivo è molto semplice. Negli ultimi anni la Germania, da sempre con un’economia basata sull’export (cosa per cui è anche stata ampiamente criticata) ha piano piano spostato l’asse delle sue esportazioni verso est. Una strategia per sopperire ai rallentamenti degli altri mercati europei stretti dalla morsa delle rispettive crisi. Quindi la Cina era diventata uno dei maggiori sbocchi dei prodotti tedeschi. Sono i numeri a dirlo, basti pensare che, se nel 2012 il saldo commerciale tedesco verso il dragone era di circa 2 miliardi di euro, alla fine del 2014 era salito a 11 miliardi di euro. Davvero una crescita spaventosa.

Benefici della svalutazione dell’euro
Non vi è dubbio che, almeno fino a qualche settimana fa, sia stata proprio la Germania a vedere i maggiori effetti positivi della svalutazione dell’euro proprio nell’export verso la Cina. Non solo un aumento del saldo commerciale pari a circa il +400% ma con un contemporaneo aumento del valore della produzione di circa il +12%.

Cina al posto dell’Europa
In pratica è accaduto che la Germania ha potuto sostituire il mercato cinese, fino a poco tempo fa in espansione, a quello in contrazione di molti paesi europei. Ma ora che l’economia cinese sta rallentando, che la moneta cinese ha subito una storica svalutazione, cosa succederà dell’export tedesco? Sono in molti a sostenere che la Germania sia la più preoccupata da tutto quanto sta avvenendo anche perché significherebbe rimettere totalmente in discussione un intero modello di esportazioni modulato verso oriente.

In realtà però vi sono anche versioni opposte e c’è chi sostiene che la Germania non abbia paura davvero per due motivi in particolare:
– un continuo surplus commerciale
– minore costo del lavoro delocalizzato.

La Germania sarebbe il paese che ha realizzato nel tempo alcuni dei migliori accordi con Pechino. Non solo ma alcune tra le maggiori industrie tedesche hanno delocalizzato la loro produzione proprio in Cina. Il che comporterebbe in realtà un nuovo vantaggio per la Germania che, dalla svalutazione dello yuan avrebbe da trarre ulteriori benefici perché il lavoro costerebbe meno.
Staremo a vedere. Secondo alcuni l’industria tedesca che potrebbe avere qualche scossone sarebbe quella dell’auto.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *