Ultime Notizie
logo lavoro in germania

Notizie Lavoro in Germania

Notizie sulle opportunità di lavoro in Germania

Chimica e farmaceutica in Germania

In Germania esistono veri parchi della chimica, una miriade di piccole imprese che puntano e investono in ricerca e innovazione. Tanti istituti di ricerca. Per questo la chimica e la farmaceutica sono tra i fiori all'occhiello dell'economia tedesca

bayer

Parchi della chimica
L’eccellenza la si raggiunge anche così. Non è un caso che la Germania sia leader sia dal punto di vista del giro d’affari, sia da quello degli investimenti operati nella ricerca. Sull’onda di questa filosofia in Germania sono nati quelli che vengono chiamati parchi della chimica: si tratta di siti di produzione la cui attività viene organizzata da particolari società di gestione. È la logistica, oltre al concetto di rete, a rappresentare il punto di forza di queste strutture. Esse sono infatti non solo collegati tra loro ma anche ai vari interporti mondiali di petrolio e metano. Tutto ciò, insieme appunto alla altissima professionalità fa di questa industria una delle più importanti al mondo.

Mercato internazionale
La Germania è leader mondiale anche in questi settori per una serie di motivi: proprietà intellettuale, numero di imprese e innovazione tecnologica. Ancora una volta la forza di un settore industriale tedesco è dato dal fatto di concentrarsi sul prodotto e sulla preofessionalità altamente qualificata di chi, a quel prodotto, lavora. Spesso poi sono le industrie medie e piccole che creano nuovi farmaci e nuovi prodotti, tanto che il paese, secondo i dati del German Bureau GCB, è il più grande mercato singolo per biofarmaci per quanto riguarda l’Europa e il secondo al mondo preceduto solo dagli Stati Uniti. La forza della Germania in questo campo non è data solo dalle industrie ma anche da quelli che sono veri e propri colossi della ricerca, quali la Deutsche Forschungsgemeinschaft, la Helmholtz-Gemeinschaft, la Fraunhofer-Gesellschaft e la mitica Max Planck-Gesellschaft. Città particolarmente vivaci e importanti in tal senso sono Dresda, Dusseldorf, Hannover, Maniz, Mannheim, Berlino e Hannover.

Alcuni dati
Proviamo a vedere insieme alcuni degli ultimi dati disponibili sull’andamento di chimica e farmaceutica in Germania. Nel periodo a cavallo tra il 2011 e il 2012 questa industria è stata la più forte a livello europeo e la quarta a livello mondiale. Il giro d’affari di questo comparto occupa, da solo, oltre l’11% di quello totale dell’industria tedesca. Sempre nello stesso periodo l’industria chimico-farmaceutica tedesca è stata quella che ha esportato di più al mondo. Le figure professionali maggiormente richieste in questo settore sono i laureati in materie scientifiche, tecnologiche, in ingegneria e in matematica. L’importanza della ricerca è confermata non solo dalle cifre investite; un solo dato giusto per capire, può essere quello che evidenzia come, per esempio, nel 2010 il 77% delle industrie tedesche del settore chimico-farmaceutico ha introdotto sul mercato mondiale nuovi prodotti. La Germania è ai primi posti al mondo per brevetti farmaceutici e al terzo per quelli legati a prodotti chimici. Per avere ulteriori informazioni sull’argomento ci sono alcuni siti che possono essere estremamente utili: quello della German Association of the Pharmaceutical Industry, quello della Industrieverband Agrar, cioè dell’industria chimica legata all’agricoltura, e quello della Industrieverband Korperpflege und Waschmittell legata all’industria cosmetica e della chimica così detta “green”.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *