Ultime Notizie
logo lavoro in germania

Notizie Lavoro in Germania

Notizie sulle opportunità di lavoro in Germania

Bayer: lavora con noi

Lavorare alla Bayer, uno dei colossi del settore chimico e farmaceutico

bayer

La sua storia
Oltre 110mila dipendenti, quasi 40 miliardi di fatturato e oltre 150 di storia avventurosa e travagliata. Lavorare alla Bayer significa questo: entrare a far parte davvero di un pezzo di storia dell’industria tedesca. Parlavamo di storia travagliata perché la Bayer, oltre ad essere detentrice del marchi Aspirina, ha legato il suo nome anche alla produzione di eroina e, più drammaticamente, a quello del famigerato gas Zyclon B utilizzato nei campi di sterminio tedeschi.

L’azienda nasce dall’allora giovane Friedrich Bayer che, nel 1863, da vita a quello che ai tempi era un colorificio. Che divenne comunque abbastanza presto uno dei simboli dell’industria tedesca di quei tempi. Poi, col trascorrere degli anni, nei laboratori di questa impresa, nel frattempo divenuta Bayer & C, si cominciò la produzione di eroina. Ma all’epoca questa sostanza aveva usi medici, in particolare per la cura di malattie respiratorie. Il lavoro e la ricerca erano frenetici ed importanti se si pensa che l’eroina stava pian piano sostituendo la morfina.

Aspirina
Ma lavorare alla Bayer significa legare il proprio percorso lavorativo all’azienda nota in tutto il mondo per l’aspirina, quell’acido acetilsalicilico, antinfiammatorio sintetizzato da uno studioso francese. Siccome si trattava di un elemento assai difficile da trovare in natura, la fortuna dell’azienda fu che due suoi chimici ne creassero una nuova molecola. Nacque così non solo questo prodotto ma, possiamo dirlo, l’intera storia dell’industria farmaceutica.

Fu a partire da quel momento che la Bayer cambiò i suoi metodi produttivi, perfettamente pianificati. Nel 10907 la sede della Bayer AG si trasferì a Leverkusen e nel 1914 l’azienda contava qualcosa come oltre 8mila dipendenti. Una bella cifra per l’epoca.

Espansione
Attorno agli anni ’50 la Bayer iniziò una vera e propria espansione entrando anche nel settore petrolchimico e acquisendo la Agfa che produceva e si muoveva nel settore dei materiali per la fotografia. Negli anni ’60 la Bayer avrà qualcosa come 80mila dipendenti diventati oltre 100mila vent’anni dopo, sparsi in quattro siti produttivi e attiva in settori come:
– farmaceutico
– agroalimentare
– chimico
– coloranti
Anni 2000

Nel 2003 la Bayer AG diventa una vera e propria holding aumentando i rami di impresa in cui opera con:
– Bayer CropScienze nell’agroalimentare
– Bayer HealthCare nella farmaceutica
– Bayer MaterialScience nella tecnologia dei materiali
– Bayer Business Services IT
– Bayer Technology Services nell’ambito delle soluzione per aziende chimiche.
Molti profili professionali

È chiaro che un colosso di queste dimensioni e con queste diverse tipologie industriali si debba avvalere di innumerevoli figure professionali sia in ambito economico, sia scientifico e tecnico ma anche professionisti del marketing e del settore account/amministrativo

Lavorare alla Bayer
Per lavorare alla Bayer è necessario consultare il sito dell’impresa al link career.bayer.com per prendere visione delle posizioni aperte. Inoltre l’azienda attiva programmi di stage per giovani laureati e programmi di internship per studenti universitari.

In questo momento, in Germania, sono moltissime le posizioni aperte per varie figure come:
– Tax Accounting Specialist
– Professional Multimedia Service
– Engineer
– Data Analyst
e moltissimi altri. Le sedi di lavoro sono tra Berlino, Leverkusen, Dormagen, Elberfeld e altre location


One Comment

Rispondi a Mohamed Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *